Sterilizzazione chirurgica

Effettuata di routine sia sulle cagne che sulle gatte, previene l’ estro e diminuisce drasticamente l’ insorgenza delle neoplasie della mammella.

Il soggetto, sia esso cane o gatto viene posto in anestesia generale inalatoria e monitorizzato; il pelo dell’ addome e del basso torace viene tosato raso, l’ incisione chirurgica eseguita in prossimità dell’ ombelico.

Normalmente si operano gli animali di prima mattina, alla fine della mattina o nel primo pomeriggio deambulano e possono essere portati a casa.

Precauzioni pre e post intervento

Le precauzioni sono molto poche e di facile osservanza.

Prima dell'intervento sono necessarie 24 ore di digiuno, saltando anche il pasto della mattina.

Dal risveglio dell'anestesia è possibile somministrare acqua in piccole quantità per volta.

La sera dell'intervento la cena dever essere leggera, mentre dal giorno successivo si può ricominciare a somministrare cibo normalmentte.

Bisogna tenre il cane o il fìgatto al chiuso per circa una settimana e portarlo fuori al giunzaglio corto, in modo tale che la ferita non si sporchi di terra e non si infetti.

Dopo l'asportazione di entramnbe le gonadi si procede suturando i piani muscolare, sottocutaneo e cutaneo.

INIZIO INTERVENTO - Incisione sottocutanea

GONADE ESTRATTA - Notare le piccole dimensioni dell'incisione chirurgica

La cute è suturata con sutura riassorbibile sottile intradermica, i punti essendo sotto la cute non necessitano di rimozione.

ESTRAZIONE DELLA GONADE (ovaio)

Essa viene esteriorizzata, legata con un catgut, recisa da ambo i lati e asportata.

Lulù, bolognese femmina di 5 mesi è stata preparata per l'intervento.

Sedata, le è stato tosato il pelo sull'addome e la cute è stata disinfettata.

ORE 9:15

Lulù si è rispresa bene dall'anestesia, alle 11:00 era vigile e alle 12:00 è stata dimessa.

Con questo piccolo intervento si sono evitati disagi legati sia alla fertilità della cagnetta (per i periodi di monta) sia alla sua salute (neoplasia della mammella, Piometra)